Diamo un volto alla creatività

Diamo un volto alla creatività, lo slogan che pubblicizza questa campagna di guerrilla marketing ideata da Giulia Pira, che ha stupito ed incuriosito i romani di tutte le età, e non solo!
Denunciare la situazione attuale in cui si trovano i giovani creativi italiani (designers, fotografi, stilisti, fumettisti, etc etc) lasciati soli e nell’anonimato, ad affrontare il mondo del lavoro senza grande successo.

Dare un volto a questi giovani senza identità, simboleggiati dal manichino senza volto, senza occhi nè bocca nè naso.
Durante la performance il manichino sembra leggere un’ ipotetica testata giornalistica, che tratta di design, grafica, fotografica dal nome Mood (nella realtà non esiste). Il manichino per adesso è stato avvistato in giro per la capitale: museo dell’Ara Pacis, in via nazionale (scalinata del palazzo delle esposizioni), in due facoltà dell’università La Sapienza, e anche in un locale il Circolo degli Artisti.
Trovate il video della campagna anche su youtube.