Parra’s artwork

Di Parra, artista ed illustratore olandese, si dice che sia quasi completamente autodidatta e che si sia formato seguendo le orme del padre, pittore e scultore. Di sicuro si sa che è cresciuto artisticamente creando poster, ricercatissimi, per i club di mezza Amsterdam.

Quest’ultima cosa la si vede bene nei suoi lavori, dalla palette limitata ma accesa (ready to print?), dove il testo, quasi onnipresente, non è solo aggiunto, ma anzi è parte integrante dell’opera, e che si incastra e si interseca con con i suoi personaggi flessibili dai volti a becco d’uccello.

I suoi lavori ricordano, per l’uso del testo, per la loro apparente semplicità e per lo stile dei personaggi, l’illustrazione ed il fumetto tra gli ’60 e degli anni ’70. Ma Parra non imita uno stile di un’epoca; piuttosto ha fatto suo lo spirito ironico e l’urgenza di comunicare in maniera diretta, ma senza rinunciare alla decorazione.

Le sue tante figure femminili nude e prorompenti sembrano suggerire una riflessione ironica (auto-ironica?) sull’immaginario erotico (es. le tante scarpe con i tacchi) e forse strizzano l’occhio alla cosiddetta iconografia gay.
La linea di abbigliamento Rockwell Clothing ( www.rockwellclothing.com ), che co-gestisce, e per la quale crea continuamente nuovi disegni.
L’agenzia che lo rappresenta è la BigActive ( www.bigactive.com ).
Suona inoltre con l’electro band Le Le ( www.myspace.com/lelemusique )