A new brand in town: UNIQLO

Una piccola insegna rossa con scritte giapponesi spunta fuori da un palazzo in una delle vie più importanti di Parigi (per la precisione a Opera), cos’è? L’ insegna di un negozio UNIQLO.
uniqlo-paris
(sopra Uniqlo Parigi Opera)
Uniqlo, sembra un marchio di abbigliamento nuovo, ma in realtà è un brand giapponese nato nel 1984. L’espansione in occidente è avvenuta nel ormai lontano 2005 quando ha aperto i primi negozi in Usa per poi arrivare anche in Europa.
La filosofia di questo marchio, dal gusto giapponese e dal low budget, è quella di aiutare le persone a trovare il pezzo di cui hanno bisogno per creare il loro proprio stile e, dato che allo stile personale viene riconosciuta un’importanza fondamentale, il logo nei capi è praticamente invisibile.
Oltre a questo, Uniqlo utilizza gli standard qualitativi giapponesi per realizzare i suoi prodotti occupandosi di tutta la filiera dal design, alla vendita e all’esposizione all’interno dei loro punti vendita.
Oggi Uniqlo ha 760 negozi sparsi in tutto il mondo e si prefigge ancora di portare una ventata d’innovazione all’interno del casual wear utilizzando una varietà infinita di colori e puntando sulla funzinalità e sulla comodità.

uniqlo

(sopra campagna pubblicitaria 2008 Chloë Sevigny e interno store Paris-Opera)

Un esempio importante in questo senso è la collaborazione con Jil Sander, nota stilista minimale di origine tedesca: Uniqulo + J.
L’alleanza tra i due brand nella creazione di una collezione basic-contemporary, dura ormai già da due stagioni, e ha aiutato il marchio a farsi conoscere in Europa proponendo un’estensione “luxury” del loro concetto.
La prima collezione, molto più sportswear, è datata 2009 mentre la seconda per la PE 2010 è molto più in linea con il gusto unico di Jil Sander, che è riuscita a trasferire i suoi canoni creativi all’interno della Uniqlo + J.
Per questa collezione sperimentale, lanciata con una campagna realizzata da David Sims, sono previsti tagli sartoriali, un’estrema eleganza e pulizia nelle forme e nello stile declinati nei colori bianco puro, nero e pastelo. Sono inoltre stati scelti materiali innovativi per questo genere di collezione come satin e materiale waterproof.
Ovviamente come per la prima stagione 2009 la caratteristica fondamentale, per noi clienti, è che il costo di questi capi, sebbene siano firmati da un grosso nome della moda, è veramente esiguo.

uniqlo
(sopra Uniqlo + J 2010)

Partendo dal presupposto che Uniqlo, come brand casual, voglia essere raggiungibile e quindi acquistabile da tutti, i suoi prezzi di norma non sono molto alti se confrontati con l’alta qualità del prodotto che offrono. In linea con questo anche la Uniqlo + J ha dei prezzi contenuti cosi da poter accontentare chi cerca qualcosa di più nel solito casual wear.
Ad oggi la collaborazione tra Uniqlo e Jil Sander sembra essere a tempo indeterminato e con il progetto di ampliare la gamma merceologica anche agli accessori.

Dal punto di vista commerciale, Uniqlo è un brand della FAST RETAILING, azienda giapponese che produce anche Comptoir des Cotonniers, Aspesi per il giappone e Theory per U.S.

Sito www.uniqlo.com