Le nuove forme della femminilità

ArnoldoBattois

Città di scambio e artigianato di lusso Venezia, su quelle vie della seta che Marco Polo intraprese per portare da noi, tessuti e ispirazioni senza tempo. Silvano Arnoldo e Massimiliano Battois sono nati proprio nella città dei canali, dopo gli studi alla facoltà di architettura, numerose esperienze per grandi nomi della moda: Biagiotti, Mila Schon, Zara fino a Roberta di Camerino, tappa fondamentale che ha accresciuto la loro conoscenza dell’accessorio femminile per eccellenza, la borsa. Ad unire lo spirito dei creativi la scrupolosità e il perfezionismo, ma soprattutto la passione per la ricerca e il recupero dei materiali in totale libertà. Nel 2001 i designer accettano la sfida di aprire un flagship store a Venezia che racchiude, attraverso gli abiti e gli accessori la loro visione avanguardista, ma fortemente radicata al territorio. Artigiani Veneziani, marchio importante della Riviera del Brenta, realizza concretamente la collezione che ottiene da subito un successo internazionale a livello di stampa e di distribuzione instore.

La collezione Primavera/Estate 2011 ARNOLDO][BATTOIS è l’apice di un’ispirazione dettata dalla cura del dettaglio, dalla ricerca di nuove forme, textures e ibridi strutturati che fanno di scarpe e borse complementi perfetti per i guardaroba lussuosi. La lavorazione di alta sartoria è un elemento fondamentale che distingue la linea: materiali preziosi che attraverso speciali trattamenti diventano a volte opachi e a volte metallici, l’abbraccio dei gusci pitonati che proteggono un’anima in camoscio, la modulazione di soffietti in vitello all’anilina, sulla scia della selleria classica con un twist futurista. Le impugnature delle borse rubano allo stile marittimo l’effetto dei morbidi intrecci delle scotte, accostamenti di cuciture di vari tessuti dai colori talcati neutri ai toni sgargianti adornano le scarpe, veri “oggetti” di design che mirano a non passare inosservati. L’effetto cromato dato dal pitone ramato su intrecci di strutture flessibili definisce il volume del corpo, in un movimento naturale che segue quello della camminata, della donna di oggi.

Originali nella semplicità dei profili, i modelli in colori aggressivi come il verde acido e l’arancio brillante, che riportano lucertole, granchi ed elefanti di ottone sulle chiusure o sugli attacchi per i manici. Decorazioni tipiche degli antichi portoni veneziani , che raccontano una storia che profuma di salsedine e di artigianato italiano; uno sguardo rispettoso al passato per una collezione in pieno attuale futuro. La stessa attenzione che ricevono gli accessori viene riportata sugli abiti ARNOLDO][BATTOIS, sempre in divenire e studiati per accompagnare il quotidiano con fluidità: pepli, kimono e mantelli si ispirano all’antico concetto di sensualità, che ora come non mai merita di essere riscoperto.

Informazioni e collezione: www.arnoldoebattois.com